Caro duemilaequattordici…

per_aspera_ad_astra__alternative__by_jonathanre-d7229xa

Mi hanno scritto due biglietti oggi, due amici saggi con un Sapere grande.
Uno diceva di pensare all’Anno che finisce come a un essere vivente: salutarlo con benevolenza, che in qualche modo, da qualche parte, rimarrà.
Parlo a Te dunque, anno che te ne vai, che sei stato il più intenso della mia vita intera: una trasformazione continua verso quello che ancora non so.

Leggi tutto

Ho visto passare l’Infinito.

Ho incontrato una signora qualche giorno fa, con la vista buona e la risata grassoccia, “Tu sei uno specchio” mi ha detto.

Leggi tutto

Avere trent’anni

“Allora sono sette?”
“Sette da una parte e altri sette dall’altra”
“Quindi quattordici?!”
“Anche qualcun altro…ma sei stupenda così”

Una ventina di capelli bianchi, uno più uno meno, sdraiata sulla panchina di un parco comunale, con le mani di Marco tra i capelli, ho salutato i miei trent’anni.
La solita frangia di quando ero bambina, qualcuno dice anche il solito sorriso.

Leggi tutto

Capo Verde, Isola di Sal. Santa Maria

Santa Maria è la cittadina più ricca e turistica dell’isola di Sal. Un gruppo di case dispari tra il pastello e diroccato.
Due strade e una piccola piazzetta, adorabili localini che emanano musica caraibica e dall’odore di pesce grigliato.

Molo santa maria, sal, capo verde

Leggi tutto

Capo Verde, Isola di Sal. Fuori dal giardino

Dopo lunedì passato a dissetare ogni cellula nutrendola di sole e salsedine, siamo partiti di martedì alla scoperta dell’isola, per quell’insaziabile desiderio di esplorazione che generalmente caratterizza bambini e pionieri.
Loro che non si accontentano di osservare il giardino davanti casa, non temono di voltare l’angolo senza sapere cosa troveranno, o di assaggiare qualcosa di nuovo senza sapere il sapore che avrà.

Leggi tutto