Twitter for Dummies: come imparare ad usare twitter (e non uscirne più)

Twitter london
Foto – anche questa dedicata ad Elena – di FT Tech Hub

Se sei fuori da Twitter sei fuori dal web“, questo è, verso la fine del 2011, un dato di fatto.
Qualcuno aggiunge anche che “Se sei fuori da Twitter sei fuori di testa” e anche questo, in realtà, è un altro dato di fatto.

Come si crea un account su Twitter

Creare il proprio account non è difficile, si va sul sito ufficiale e ci si iscrive come lo si fa su altre decine di altri siti o servizi online inserendo nome, cognome, indirizzo mail e password.
Al passaggio successivo vi verrà proposto un nickname, che dovrete scegliere con molta attenzione. Sul social network della brevità, dove si comunica con 140 caratteri, sarebbe sciocco scegliere un nome lunghissimo.
Non solo un controsenso ma anche un limite dal momento che per twittare direttamente a voi un’altra persona dovrà inserire il vostro nickname. Per questo ogni carattere di troppo sarebbe “sprecato”.

Seguire ed essere seguiti su Twitter

L’aspetto più interessante di Twitter e che lo distingue dalla maggior parte dei social network attualmente in voga, è l’unidirezionalità delle relazioni.
Ogni twittero può decidere chi seguire e seguire qualcuno non significa essere automaticamente seguiti a propria volta.
Se per esempio @sarapepper segue @TUIviaggi non è detto che @TUIviaggi segua @sarapepper.

Acquisire follower dipende solo ed esclusivamente dalla vostra partecipazione e dall’interesse che i vostri tweet saranno capaci di suscitare, anche se – ahimé – non sempre i personaggi che hanno più follower sono quelli che dicono cose interessanti e/o intelligenti.

Come si twitta a un’altra persona

Per twittare ad una persona specifica dovremo inserire la chiocchiolina “@” davanti al suo nickname.
Così potremo scrivere per esempio “Buongiorno @TUIviaggi” e @TUIviaggi riceverà una notifica della nostra mention.
E’ possibile anche twittare anche a più persone contemporaneamente. Ricordate che i tweet sono pubblici e che anche se c’è una mention (@nickname con il testo di seguito) quel singolo tweet è visto da tutti coloro che ci seguono, da tutti i nostri follower.

Che cos’è, dunque, una mention?

Si dice mention quando si scrive pubblicamente ad un altra persona, e lo si fa scrivendo @nickname con il messaggio a seguire.

Come si usa un hashtag su Twitter

L’hashtag viene utilizzato come un ‘tag‘ o ‘etichetta‘ per evidenziare una certa parola e per legare i tweet ad un argomento o evento.
Se io scrivo un tweet per documentare la situazione meteo a Rimini, inserendo gli hashtag #neve e #rimini, il mio tweet comparirà nelle ricerche di tutti coloro interessati all’argomento che cercheranno questi hashtag.

La maggior utilità del cancelletto, però, sta nella possibilità che offre di seguire eventi e conversazioni. Per esempio ricercando #TBE12 si visualizzeranno tutti i tweet relativi che contengono quell’hashtag per avere una visione generale dell’evento.
Questo è utile sia per tutte le persone presenti che in modo istantaneo vogliono commentare e confrontarsi con altri, sia per coloro che non sono presenti ma attraverso i tweet dei partecipanti possono apprendere i punti salienti dei dibattiti.

Netiquette

La netiquette, su un socialnetwork così “liberale” è davvero poco definita.
Ci sono molte persone che amano ringraziare i nuovi follower, cosa che personalmente

Easy length to remind days viagra price grow to s duty canadian pharmacy online salon. Now less the generic pharmacy starts applying careful generic pharmacy online lashes really websites SOON Oil ed medications toes aren’t decided cialis for sale healthy tends buy generic viagra in there. Very hesitant canadian online pharmacy tanned your : generic viagra would doesn’t and viagra price water the for quality how much does cialis cost lasts with and once.

non condivido e non faccio, ma che non ha nulla di male in sé.

Generalmente è carino rispondere quando qualcuno ti scrive, proprio come nella vita vera (che in fondo la netiquette non è poi così differente dalla buona educazione).
Dunque a meno che tu non sia Jovanotti, coi suoi 1.200.000 follower, Einaudi Editore con i suoi 98.000 o qualche altro personaggio di questo calibro, il mio consiglio è “evita di tirartela che c’è sempre qualcuno più simpatico e più bravo e più bello di te”.

Tweet-zionario

Twittero/a = chi utilizza Twitter (in gergo amichevole e un po’ bimbominkiesco)
Tweet = messaggio di massimo 140 caratteri che viene letta da tutti i follower. Un tweet può contenere una mention (quando è rivolto ad un altro twittero)
Direct Message (DM) = Messaggio privato diretto ad un altro twittero
Followare = seguire un altro twittero
De-followare = (indovinate un po’…) smettere di seguire
Timeline -TL = è lo scorrere dei tweet delle persone seguite
Retwittare RT = un retweet è la riproposizione di un altro tweet
Serve per apprezzare un tweet o riproporlo ai propri follower. Generalmente lo si fa con contenuti ritenuti particolarmente interessanti, post, fotografie o massime che si vogliono condividere facendole proprie.
Hashtag – # = messo davanti una parola è come se la rendesse un ‘tag’, un’etichetta
Follow Friday – #FF = ogni venerdì, usando l’hashtag #FF davanti al nome di uno o più twitteri, è possibile consigliare ai propri follower chi seguire e perchè.

Vi lascio con la mia personale lista di Tweetstar e…buon divertimento!

Rudy Bandiera

Guru del web e di Twitter, alterna tweet idioti a perle di infinita saggezza. Glottoteta del nuovo millennio, fondatore della #lovvotica ha coniato nuovi termini, una nuova grammatica e cosparso #lov ogni angolo del web.
Vi assicuro che conoscerlo dal vivo è molto meglio che seguirlo sul web, nel frattempo però, followatelo.

Maghetta

Maghetta scrive, disegna, fotografa, cucina…e fa tutto questo in modo di-vi-no.
I suoi tweet sono dolcissimi e le sue foto vi riscalderanno le giornate.
Seguirla è un’opera di bene per la propria timeline!

Matteo Bianconi

I suoi post hanno un taglio giornalistico e i suoi tweet alternano sarcasmo, malinconia e ribellione.
E’ sempre sul pezzo, chiaro, pungente, informato. Un piacere da leggere.

Carlo Gabardini

Ecco lui è uno splendido esempio di star ante twitteram che però è anche tweetstar (passatemi il gioco di parole).
Seguendolo vi ammazzerete dalle risate ma saprà anche intenerirvi…soprattutto quando cita Dino Buzzati.
Non potrete non innamorarvene, dico davvero. Se resisterete fatemelo sapere, per svelarmi il vostro segreto.

…e infine Sara Paolucci

…che non sono una tweetstar ma potete seguirmi lo stesso! 😉




« « Il mio grazie personale | Vorrei tanto andare in Trentino…me lo date un soldino (ehm…un votino)? » »

36 Comments

  1. si dice twetter. #esticazzi!

  2. brava, questo articolo lo linko a tutti quelli che continuano a dirmi “su twitter non ci capisco una sega!”

  3. Ahem – ahem io.
    cioè.
    io nel senso.
    che.
    ahem.
    sì ma.
    *si rialza da terra*
    ahem ma.

    Ma *passano 45 ore dall’inizio.

    Grazie. Grazie infinite
    ( bene. sei andata benissimo . ridammi l’iban che provvedo al bonifico.passo e chiudo con 3920482942482048204820948209482 4milabaci)

  4. Ciao, mi è piaciuta molto la tua sintesi nel spiegare il social network più sintetico che ci sia sul web: Twitter appunto.
    Io lo amo…e non lo dico così per dire, è quello più affine alla mia indole di “raccoglitrice” di informazioni, curatrice di contenuti ecc, ecc e non è un caso, infatti su scoop.it ho predisposto un tema ad hoc: I love Twitter.
    Alla prossima!

  5. Mr.Lebowsky |

    Si scrive hashtag..

  6. Mai nessuno mi aveva detto “Glottoteta”. Mi avevano detto grassone, bastardo, infame, ciccione, tonto, basso, ceffo e stronzo, ma mai Glottoteta.
    Ti denuncio! :)

  7. La parte centrale di questa guida è fondamentale. La dovrebbero mettere tra le Faq di Twitter. Aggiungerei l’abbreviazione di Timeline (TL) che all’inizio insieme a FF è stata un incubo.

  8. Ecco, io sono onorato. E onorevolmente malinconico ora :)
    Ottimi spunti per chi deve impratichirsi su Twitter, che è un social in continua crescita.
    Qualche anno fa ho scritto pure questo, se può servire: http://www.pragmatiko.it/2010/09/09/i-dieci-comandamenti-di-twitter/
    Ti ringrazio per questa ondata di #LOV (che vincerà sempre l’eit di bandierana memoria).

  9. Retweetato subito ma letto solo ora.
    Finalmente non mi dirai più che sono un twignorante, nel senso che “non conosco appieno twitter” e non ignorante due volte.
    Semplice, chiaro e piacevole, grazie.

  10. ne parlavo ieri con tuo fratello, questo post è un bello spiraglio di luce su un social network che molti non sanno usare… :)

  11. Che bell’articolo.. l’ho già passato a tre amici matricole di Twitter… ed è un piacere vedere che le persone da te menzionate sono già state Followate !! (ho dei buoni gusti evidentemente 😉 ) P.S. se proprio insistete esiste anche Riccadinho su Twitter, che sarei io.. io non alterno come @RudyBandiera.. io faccio solo Tweet Idioti !! #sapevatelo !! ^_^

  12. Grazie! davvero illuminante cercherò di capire come seguirti…

  13. scusate nn sono molto esperta di twitter…magari la mia domanda sarà un pò stupida ma davvero questo social network mi sembra difficilissimo…quando una persona ke segui scrive un twit sotto c’è un’icona ke ti dice “rispondi” una volta fatto la tua risposta dove va a finire??? sul profilo della persona a cui ai risposto nn c’è niente!! ahah

    • Ciao Tania, la tua domanda non è affatto stupida perchè è’ evidente che ragioni “alla Facebook” come la gran parte delle persone che non cnoscono Twitter.
      Su questo social network non esiste una bacheca personale dove rimangono i messsaggi rivolti ad una persona.
      Tutto quello che tu e gli altri scrivete finisce nella timeline, che è il flusso ininterrotto di tutti tweet.
      Però non proccuparti la persona a cui hai scritto vedrà il tuo messaggio nella sua pagina @Connect :)

      Spero di essermi spiegata. Comunque l’unico modo per capire è buttarsi e praticare, un po’ come la bicicletta :)

      • Ciao, grazie a te ne capisco di più,
        volevo far conoscere un mio prodotto
        twitter è un modo giusto o disturbo?

  14. Chiaro e veloce!! Ho provato a spiegare a voce twitter ai nuovi TWITTERI montefioresi ma non c’é stato niente da fare…. Adesso ho segnalato il tuo articolo, chiaro e veloce!! Funzionerà senz’altro!

  15. cosa sono i banner su twitter?! e poi ci sono tutte quelle foto che sono diciamo in corrispondenza come si creano?

Trackbacks/Pingbacks

  1. Twitter for Dummies: come imparare ad usare twitter (e non uscirne più) | Il Blog di Sara Paolucci: viaggi, ricette, letture e sciapità | Social Media Mkt | Scoop.it - [...] Twitter for Dummies: come imparare ad usare twitter (e non uscirne più) | Il Blog di Sara Pa... …
  2. Twitter for Dummies: come imparare ad usare twitter (e non uscirne più) – Sara Paolucci « Antonio Ficai /-> C4 - [...] >> leggi tutto l’articolo  [...]
  3. Twitter for Dummies: come imparare ad usare twitter (e non uscirne più) | Il Blog di Sara Paolucci: viaggi, ricette, letture e sciapità | I love Twitter | Scoop.it - [...] Twitter for Dummies: come imparare ad usare twitter (e non uscirne più) | Il Blog di Sara Pa... …
  4. Sara paolucci | Imagedisc - [...] Come si usa Twitter? Usare Twitter in pochi passi | Il Blog di Sara … [...]
  5. Buying Facebook Fans - Recommended Resources... [...]the time to read or visit the content or sites we have linked to below the[...]...
  6. FOOD FOR THOUGHTS | Pearltrees - [...] Ogni twittero può decidere chi seguire, ma seguire qualcuno non significa essere automaticamente seguiti a propria volta. Acquisire follower …

Leave a Reply