Vorrei…



Vorrei essere una bomba a neutroni,
Per una volta potrei non funzionare
Vorrei essere un sacrificio
Ma in qualche modo esserne sopravvissuto
Vorrei essere un ornamento sentimentale
Che tieni stretto a te.

Dell’albero di Natale,
Vorrei essere la stella che finisce sulla cima.
Vorrei essere la testimonianza,
Vorrei essere l’esempio per 50 milioni di mani alzate
E protese verso il cielo.

Vorrei esser un marinaio con una persona che mi aspetti
Vorrei essere fortunato,
Fortunato come me
Vorrei essere un messaggero
Con solo notizie buone
Vorrei essere la luna piena che brilla sul tettuccio di una Camaro

Vorrei essere un alieno di casa dietro il sole
Vorrei essere il souvenir che tieni sulle tue chiavi di casa
Vorrei essere il pedale del freno da cui la tua vita è dipesa
Vorrei essere la parola fiducia e non deluderti mai

Vorrei essere una canzone alla radio,
Quella per cui hai alzato il volume
Vorrei… vorrei…
Non finisse mai

Pearl Jam

Vorrei per gli altri la felicità di cui è piena la mia vita.
Vorrei che tutti avessero ciò che ho io, magari di più, ma nessuno meno di me, che ho tutto ciò che serve per vivere felice.
Vorrei insegnare a tutti ad essere grati. A guardarsi i palmi delle mani e a vederli pieni, per quanto i calli possano essere duri e le unghie sporche di un lavoro duro.
Mi piacerebbe che anche chi ha mani vuote le vedesse comunque piene. Di quello che non ci hanno insegnato a cercare, ma che comunque alimenta la nostra esistenza. I sogni.

Vorrei essere un’ottima amante, una compagna fedele sempre, senza mai smettere di cercare ciò di cui l’altro ha bisogno.
Non perdere mai la fiducia nell’ascolto e nel dialogo, l’unico segreto per vivere davvero insieme.
Vorrei essere una buona amica. Più presente e meno pigra.
Essere fedele alle amicizie che lo meritano. Che più di ogni altro legame, l’amicizia, ha bisogno di fedeltà. Là dove non c’è passione, e solo la lealtà rinforza e sostiene i rapporti.

Vorrei essere una buona figlia, una sorella meno caparbia e severa.
Vorrei poter sciogliere i nodi tra le reti della mia storia. Quei nodi che talvolta impediscono al presente di scorrere sereno.
Essere per i miei nipoti un esempio, punto di riferimento su cui possano sempre contare. Essere per loro più presente e avere le risposte alle domande che non hanno ancora fatto.

Vorrei riniziare a correre, utilizzare meglio il tempo, dare meno peso alle parole degli altri e accettarli senza volerli cambiare.
Nella mia vita essere coerente sempre.
Con gli altri, con i figli che avrò, con me stessa e con i valori su cui si basa la mia esistenza, la famiglia che ho creato.
Essere meno esigente con me stessa, e essere meno esigente con gli altri.
Non perdere mai la fede e la fiducia nel prossimo. Averne anche per chi non ne ha.

Vorrei una storia da raccontare. La capacità di scrivere qualcosa che rimanga.

Vorrei forza e coraggio.
Coraggio nelle scelte, e forza per perseverarle.

10346288_10153071513644324_5033698441935621502_n




« « Il problema è che non ci hanno insegnato a sognare. | Tornare a Genova, ancora e ancora e ancora… » »

4 Comments

  1. Tu le hai già tutte queste “cose” che vorresti. Lo sai invece cosa vorrei io per te? Che fossi meno severa con te stessa. Lo vorrei davvero.

    • Non smetterò mai di provarci, lo prometto a te e a me stessa :)
      Lo sai che quando voglio una cosa prima o poi ci arrivo 😉

  2. Con la canzone in sottofondo la lettura scorre ancora meglio…uno dei miei pezzi preferiti dei pj, tante volte ho pensato ascoltandola, ora faccio anche io la mia wishlist…che sia la volta buona…:)…grazie!

Leave a Reply